giovedì 23 ottobre 2008

Torta di mele





di zia Carmelina...

Questa non è una mia ricetta, ma arriva dal blog di Grazia che in questi giorni ci ha estasiato con questa sua torta, o meglio la torta di mele di sua zia Carmelina, raccontandoci i segreti della preparazione e la storia di questa semplice ma profumatissima torta.

Riporto qui sotto la sua ricetta...ma vi obbligo a visitare il suo blog per leggere il racconto di questa preziosa e speciale ricetta tramandata gelosamente dalla sua famiglia e arrivata fin qui.

la volpe e l'uva

Grazie ancora Gra' per aver condiviso con noi questo tuo piccolo/grande segreto.



RICETTA DELLA TORTA DI MELE DI ZIA CARMELINA
x uno stampo da 30 cm di diametro


Per lo sciroppo:



  • 6 limoni medi (io ne uso 3)
  • tre manciate di zucchero semolato

Per l'impasto:



  • 3 uova
  • 1 kg scarso di mele rosse
  • 200 gr di zucchero (ne metto 150gr)
  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro (ne metto 100gr)
  • 200 gr di latte
  • 1 busta di lievito
  • la scorza di un limone grattuggiato
  • vaniglia (al posto della vaniglia a volte uso la cannella! ottima!)
Procedimento:

Tagliare le mele prima a quarti, mondarle, sbucciarle, ridurre i quarti in tante mezzelune sottili sottili.

Riporre il tutto in una grande ciotola, spremere il succo dei limoni (tutto non vi preoccupate, non è troppo, conferirà alle mele un aspetto candido ed un sapore unico) e spargere a piene mani tre grandi manciate di zucchero. A questo punto rimescolate le mele, si, sempre con le mani, andando dal basso verso l'alto e facendo attenzione a non romperle.

Lo zucchero dovrà sciogliersi con il succo di limone e creare un vero e proprio sciroppo per la frutta.

Fate riposare mezz'ora e ripetete l'operazione due, tre volte.

A questo punto si passa all'impasto, di velocissima esecuzione.

Si montano le uova intere con un pizzico di sale e lo zucchero, non tanto, giusto 5 minuti.

Mia zia batteva tutto con le forchette e non otteneva mai (volutamente) un impasto troppo gonfio. Tant'è che quando ho usato il frustino elettrico ha esclamato -basta, basta, va bene così!Aggiungere poi la farina in due mandate, il burro sciolto, il latte a filo tiepido con il lievito dentro. Grattuggiare la scorza di limone, la vaniglia.

Versare il tutto nella teglia perfettamente imburrata e infarinata e a questo punto si procede con le mele.Dovranno essere riposte "in piedi" con la parte esterna e più spessa fuori dall'impasto, tutte a raggiera, vicine vicine, mentre gocciolano ancora di sciroppo.

Si procede dal primo cerchio esterno fino a formarne tanti altri e giungere all'interno.

A questo punto si mette in forno, 180 gradi per 45 minuti circa.

E' una torta molto molto umida, quindi la consistenza cremosa che vi ritroverete dentro e al primo morso, è proprio la caratteristica peculiare di questo dolce che profuma di mele, limone, vaniglia.

Quello che voglio raccomandarmi è la cottura.

Infornate a forno assolutamente freddo. Da lì 180 gradi, posizione medio-bassa.

Prima occorrerà un calore sul fondo, poi, dopo la mezz'ora, la metteremo più altina. Lo sciroppo tenderà a fare delle piccole bollicine proprio sulla parte superiore, fra la spaccatura di una mela e l'altra. E' proprio tipica della torta stessa.
Prova stecchino e via.



Io ho utilizzato una tortiera più piccola, da 26 e non da 30 (non ce l'avevo così grande!) come suggerito da Grazia, il risultato è stato comunque ottimo...una torta un pò più altina...che non guasta mai...

Altre errore, ahimè, è stata la cottura...ho inserito la torta a forno già caldo...ma pare che la torta non abbia subito un grosso shock...soffice e cotta perfettamente anche così.

La prossima volta proverò a infornarla da forno freddo...per provare la differenza...

n.b. questa torta ormai l'ho fatta diverse volte...ho ridotto un po' lo zucchero (da 200gr ne ho usati 150gr), ho ridotto anche il burro (da 150 gr a 100gr) e i limoni (da 6 a 3...sono comunque sufficienti per macerare le mele che comunque andranno rimescolate di tanto in tanto)...ho provato inoltre a sostituire la vaniglia con la cannella...che con le mese si sposa infatti benissimo!!!
ultimissimo consiglio...l'aroma di limone che ritroverete nelle mele sara' piuttosto predominante...se preferite quindi potete diminuire i limoni come ho fatto io e lasciare le mele a macerare per meno tempo.

6 commenti:

sorbyy ha detto...

OK è venuta benissimo.
Anche le altre preparazioni sono ok
Solo che a quest'ora una fetta di torta e il caffè ci stanno propio bene ciao buona Domenica

sorbyy ha detto...

a quest'ora è perfetta.
E' venuta molto bene ciao e buona domenica

sweetcook ha detto...

A furia di sentirne parlare mi state facendo venire una voglia....e poi vedendo il risultato...ok convinta!
Complimenti:)

manu e silvia ha detto...

Questa torta di mele è veramentre squisita..poi con quello sciroppo..una delizia!!
Ci hai fatto venire proprio fame!!
Unbacio

GràGrà ha detto...

scusami tesora se leggo e scrivo in ritardo...ti ho anche scritto un post su alf che non so che leggerai..... è bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!! è troppo bella e lo vede dalla sezione, le mele sono come dovevano essere!!!!!! grazie per la fiducia, grazie per averla provata, cosi mi fate felice, al di la dei vostri dolcissimi commenti!!!!!!!!

roby ha detto...

GRAZIEEEEEE

x Sorby: grazie mille!

x swetcook: ti abbiamo convinta??? allora aspttiamo anche la tua prova!

x manu e silvia: ;-) grazie ragazze!!!

x GRA'GRA' : ho appena visto il post su ALF!
allora prova superata???!!!
mi sono impegnata parecchio...ed è venuta bene...ma soprattutto era buonissimissima!!!
grazie a te della meravigliosa ricetta!!!

Roby